Avvio Provvisorio (Provisional CO) ai Ferri o Bordo Fantasma con Uncinetto

Una delle tecniche per avviare un lavoro a maglia con un bordo che poi verrà disfatto per recuperare le maglie anche sul lato di avvio, consiste nell’utilizzare un uncinetto per creare una treccia di catenelle.
E’ un avvio molto utile sia per le lavorazioni che partono dal basso che per le lavorazioni Top Down in quanto consente di decidere alla fine del lavoro, dopo averlo quindi indossato e visto come cade con il peso del filato, la lunghezza finale o la larghezza del collo.

Puoi trovare anche il mio tutorial video con tutta la spiegazione a questo link
Puoi trovare inoltre la tecnica per l’avvio provvisorio senza uncinetto e senza secondo filato a questo link

Lavoreremo quindi così:

  1. Intanto leghiamo insieme con un nodo semplice (che poi disfaremo) il filato del lavoro con quello provvisorio. Questo ci consentirà di riconoscere il lato dal quale iniziare a caricare le maglie.
  2. Creiamo, con il filo di scarto, una serie di catenelle in numero superiore alle maglie che ci serviranno per il lavoro (circa 4 o 5 in più) e tagliamo questo secondo filo facendolo passare dentro l’ultima maglia per fermarlo in quanto lo disfaremo solo alla fine di tutto il lavoro.
  3. Giriamo la catenella in modo da avere verso di noi il lato posteriore dove avremo delle barrette orizzontali nelle quali poi dovremo entrare con il ferro.
Foto 4

4. Entriamo nella seconda o terza di queste maglie (questo ci consente di non dover entrare nelle prime maglie che sono sempre più strette) con il ferro e prendiamo il filato del lavoro facendolo passare in questa maglia( Foto 4)

Fate bene attenzione a non tirare il filo del lavoro ma lasciate un codino abbastanza lungo in modo da poterlo poi fermare quando finiremo il lavoro.
5. Entriamo quindi nella maglia successiva e ripetiamo questo passaggio fino a finire tutte le maglie. Se trovate difficile far passare il filato principale dentro le maglie della catenella, potete aiutarvi con un uncinetto con il quale prenderete le maglie e le caricherete poi sul ferro.

Ecco qua, finito il primo passaggio, adesso semplicemente lavoreremo i giri successivi seguendo il normale schema di lavoro fino alla fine del progetto.
Quando fate il primo giro, sarà più semplice lavorare le maglie a dritto ritorto perchè entriamo meglio in questo modo visto che le maglie saranno girate al contrario. Potete lavorarle sia a dritto normale che a dritto ritorto, basta che le lavoriate tutte allo stesso modo altrimenti si creerà un bordo irregolare. Se le lavorate a dritto normale, dovrete fare un po’ di forza per entrare nelle maglie e si rischia di creare una maglia più larga che si noterà una volta ripreso il lavoro, fate quindi attenzione.

Una volta finito il lavoro, andremo ad aprire le catenelle dal lato opposto a quello dove sono legati insieme i due fili e riapriamo le prime maglie.
Potete sfare tutto il bordo tirando semplicemente il filo (dovrete solo farlo passare dentro la prima maglia) e poi rientrando in tutte le maglie, ma, soprattutto se avete ancora poca pratica, vi consiglio di recuperare prima di togliere il filo, tutte le maglie con un ferro di un numero più sottile.
Fate inoltre molta attenzione alla prima maglia che di solito perderete e che va poi recuperata da uno dei nodini dei giri successivi altrimenti avremo una maglia in meno.

Adesso ci riattacchiamo con il filato del lavoro e continuiamo la lavorazione su questo lato. Semplice e pulito, non ci saranno irregolarità e non si noterà minimamente che abbiamo ripreso il lavoro su questo lato, a differenza di quanto succede quando recuperiamo successivamente delle maglie.

Fate attenzione, quando lavorerete le maglie caricate, a lavorarle nel verso giusto senza torcerle, visto che quando le caricherete sul ferro, probabilmente non saranno tutte nella stessa direzione. Ricordate che una maglia si deve presentare con il lato destro davanti al ferro per essere lavorata a dritto normale. Se il lato destro della maglia è dietro il ferro, potete girarla o semplicemente lavorarla a dritto ritorto.

Se non sono stata abbastanza chiara, puoi vedere il mio video con tutta la spiegazione cliccando qua.

Seguimi su:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.