Avvio Provvisorio (Provisional CO) ai Ferri o Bordo Fantasma senza Uncinetto nè Secondo filo

Si può ottenere facilmente e velocemente e senza l’utilizzo di uncinetto nè secondo filo di scarto, un bordo provvisorio di avvio.
Anche con questa tecnica creiamo un avvio provvisorio che poi verrà riaperto per riprendere le maglie anche su quel lato del lavoro. Questo è molto utile sia per le lavorazioni che partono dal basso che per le lavorazioni Top Down in quanto consente di decidere alla fine del lavoro, dopo averlo quindi indossato e visto come cade con il peso del filato, la lunghezza finale o la larghezza del collo.

A me piace molto questa tecnica, che è la stessa per la quale ho già fatto un tutorial per l’avvio di un lavoro a tubolare senza secondo filo.
E’ velocissima da fare perchè se vogliamo iniziare un lavoro ai ferri, non dovremo procurarci nè uncinetto nè un secondo filo ma iniziamo subito a lavorare e se sbagliamo qualcosa e dobbiamo ripartire, non avremo sprecato niente.
Ci sono molte tecniche per caricare il filo sul ferro, la differenza sta solo nei diversi movimenti delle mani, il risultato è lo stesso con tutte le tecniche. Io vi propongo questa perchè è davvero semplicissima da memorizzare e velocissima per caricare le maglie.
Puoi trovare anche il video con tutta la spiegazione a questo link
E se preferisci comunque la tecnica con l’uncinetto, trovi le spiegazioni a questo link

Si lavora in questo modo:

Lasciamo un codino lungo all’incirca quanto sarà largo il lavoro una volta caricate tutte le maglie più qualche altro centimetro per poterlo maneggiare bene fino alla fine. In pratica se dovete avviare un lavoro che sarà largo circa 30 cm considerate un codino di 40cm.

  1. Facciamo un cappio che mettiamo sul ferro del lavoro e teniamo il filo del gomitolo sulla nostra sinistra e quello del codino sulla destra.
  2. Adesso prendiamo con la mano sinistra il filo del gomitolo e lo passiamo sopra il ferro verso destra e lo riportiamo a sinistra passando sotto il ferro.
  3. Con la mano destra prendiamo il codino e lo passiamo sotto il ferro verso sinistra e lo riportiamo a destra passando sopra
  4. Adesso ripetiamo lo stesso movimento che abbiamo fatto prima con la mano sinistra: passiamo il filo sopra il ferro e lo riportiamo a sinistra passando sotto
  5. E per finire, con la mano sinistra riportiamo indietro il filo facendo un movimento contrario a quello fatto prima e cioè passando da sopra e tornando a destra passando sotto.

In questo modo abbiamo caricato le prime 2 maglie sul ferro. Ripetiamo sempre le stesse mosse dal punto 2 al punto 5 fino ad avere un numero sufficente di maglie.
Il cappio iniziare non si considera saranno quindi un numero pari. Se abbiamo bisogno di un numero dispari, basterà togliere l’ultima maglia una volta finiti tutti i passaggi.

Adesso lavoriamo normalmente le maglie a dritto. Fate attenzione alla prima maglia perchè non è una vera e propria maglia quindi sarà un “dritto sospeso nel vuoto”.
Proseguiamo per tutto il ferro e scarichiamo il cappio iniziale alla fine del primo giro. Questa maglia rimarrà sul bordo fino a quando sfaremo il giro di avvio. Non si sfila e non da noia.
Proseguiamo a lavorare con il nostro normale schema.

Quando avete finito tutto il lavoro (questo bordo consente di provare tranquillamente il capo e prendere tutte le misure necessarie senza intralcio) basterà tirare il filo dal lato dove avevamo il cappio (che adesso si sarà sfatto) facendo uscire il codino.
Potete sfilarlo e poi caricare tutte le maglie anche se io consiglio sempre di caricare prima, con un ferro più sottile, tutte le maglie e poi sfilare il filo.

Fate attenzione, quando lavorerete le maglie caricate, a lavorarle nel verso giusto senza torcerle, visto che quando le caricherete sul ferro, probabilmente non saranno tutte nella stessa direzione. . Ricordate che una maglia si deve presentare con il lato destro davanti al ferro per essere lavorata a dritto normale. Se il lato destro della maglia è dietro il ferro, potete girarla o semplicemente lavorarla a dritto ritorto.

Vi lascio con l’ultima foto nella quale ho lavorato un paio di maglie dopo averle riprese… visto che bel lavoro? Impossibile notare da dove lo riprendiamo a differenza delle maglie riprese normalmente da un bordo chiuso.

In questo modo potremo decidere, dopo aver finito un lavoro, le misure esatte che vogliamo ottenere, considerando anche il peso del filato che lo allungherà o lo renderà più corto di quanto pensavamo all’inizio. Lo stesso vale per i colli che possono sembrare giusti in un primo momento e troppo larghi in un secondo.

Se non sono stata chiara, a questo link trovi il mio video con tutta la spiegazione.
E a questo link trovi anche la tecnica per fare questo tipo di avvio con l’aiuto di un uncinetto… anche se sono sicura che una volta provata questa tecnica non ci penserai neanche ad utilizzare un uncinetto!!!

Seguimi su:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.