Punto Strega a Uncinetto – Lavorazione Triangolare ed Aumenti

Lavorare il punto Strega

Il punto si lavora formando dei rombi che poi daranno come effetto finale l’impressione di vedere una sorta di fiorellini con i nodini al centro e le maglie allungate a formare i petali.
Per crearli però li dobbiamo visualizzare come rombi formati da 4 maglie allungate.
Trovi anche il video a questo link

Vi spiego come realizzare il punto nella lavorazione triangolare, per sapere come fare il punto Strega clicca qua.

A questo link trovi anche la lavorazione lineare 

Lavorazione Triangolare

Si lavora aumentando un “rombo” ad ogni giro.

Inizio con il farvi vedere il disegno dello schema. Per capire cosa stiamo facendo dobbiamo immaginare la lavorazione come un insieme di quadrati messi sulla punta: dei rombi quindi formati da 4 lati cioè 4 punti strega.

La lavorazione triangolare si fa sempre aumentando un rombo all’inizio e uno alla fine del giro in modo da avere un rombo in più ad ogni giro. (Uno dei due aumenti infatti non è un vero aumento perchè semplicemente il lavoro si sposta di lato in quanto è lavorato in modo sfalzato)

Iniziamo quindi con il creare il primo rombo facendo 4 punti strega chiusi in cerchio. Ogni linea del disegno è una maglia allungata del punto strega, ogni pallino la maglia bassa dello stesso punto.




Quando iniziamo il secondo giro, dovremo fare 3 punti strega per creare un nuovo rombo utilizzando il lato esterno del rombo appena chiuso.
Faremo quindi 3 punti e ci attaccheremo saltando un solo punto del giro precedente.




Adesso ripetiamo lo stesso aumento sull’altro lato, in modo da avere, in questo giro, 2 rombi.




Dopo il secondo aumento però siamo in basso rispetto al punto dal quale dovremmo continuare la lavorazione. Facciamo quindi un punto strega e ci attacchiamo, salendo, alla prima maglia bassa esterna del rombo appena fatto.


A questo punto ripetiamo ancora l’aumento come abbiamo fatto prima: 3 punti strega e ci attacchiamo alla prima maglia bassa saltando un lato del rombo del giro precedente.




Ci troviamo quindi nello spazio tra i due rombi del giro precedente, utilizzeremo i due lati come parte inferiore del nostro nuovo rombo che andiamo a creare in modo sfalzato (cioè al centro) rispetto al giro precedente.
Facciamo 2 punti strega e ci attacchiamo alla punta del rombo finale.


Chiudiamo il terzo giro con lo stesso aumento di 3 punti ed attaccandoci al lato del rombo laterale come abbiamo fatto alla fine del secondo giro.




Continuiamo quindi sempre così… saliamo con un punto strega per tornare sul lato superiore del rombo laterale e cominciare il nuovo giro.

Da qui in avanti ripeteremo sempre gli stessi punti anche se ad ogni giro, il numero di rombi al centro aumenterà di 1. Se guardate infatti l’ultimo disegno capirete che dobbiamo fare un aumento sopra il primo rombo a sinistra, 2 nuovi rombi al centro ed un aumento sopra l’ultimo rombo a destra.

E’ molto complicato da spiegare, ma vedrete che una volta partiti, sarà semplicissimo.

Adesso vi spiego nel dettaglio come fare la lavorazione.

Giro 1

Foto 1

Partiamo creando il nostro primo rombo che sarà la punta dello scialle. Faremo quindi 4 punti strega (clicca qua per la spiegazione di come fare il punto strega) che chiuderemo semplicemente a cerchio con una maglia bassa nella catenella di partenza.

Foto 1, 2 e 3

Foto 2
Foto 3












Vi consiglio di mettere un marcapunti sulla maglia bassa che poi sarà la punta in basso del rombo. (in pratica sopra la maglia bassa prima della maglia bassa che teniamo sull’uncinetto dopo aver chiuso il cerchio)

(Foto 3)

Giro 2

Foto 4

Adesso dovremo creare 2 nuovi rombi sui due lati in alto di questo rombo iniziale.
Faremo quindi 3 punti strega che chiuderemo con una maglia bassa saltando un punto strega di base (per questo giro non importa girare il lavoro).
Ripetiamo ancora una volta 3 punti da attaccare saltando un altro punto di base. (Foto 4)

Foto 5

Dovremo ottenere quindi un triangolo con un rombo alla base e due rombi sopra.
(Foto 5)




Giro 3

Questo è il giro che ripeteremo da qui in avanti, ovviamente aumenteranno sempre il numero delle maglie tra un aumento e l’altro.

Foto 6

Avendo fatto un aumento anche sull’ultima maglia, ci troviamo adesso in basso rispetto al punto dal quale dovremmo ripartire per continuare la lavorazione.
Dobbiamo quindi fare un punto strega per riattaccarci alla maglia bassa in alto saltando l’ultimo punto strega del giro precedente.
(Foto 6)



Siamo quindi adesso posizionati bene per poter iniziare il nuovo giro

(Foto 7)



Foto 8


A questo punto facciamo il nostro aumento: 3 punti strega

(Foto 8)





Foto 9



e ci attacchiamo con una maglia bassa sopra la maglia bassa saltando un punto strega del giro precedente.

(Foto 9 e 10)




Foto 10
Foto 11












Adesso siamo al centro di 2 punti strega e quindi lavoreremo semplicemente:
2 punti strega, 
saltiamo 2 punti di base 
e chiudiamo questo nuovo rombo sopra la punta del  rombo successivo. 
(Foto 11)

(in questo giro sarà solo uno, nei prossimi sarà sempre uno in più del giro precedente).

Foto 12



Chiudiamo il giro con un nuovo aumento: 3 punti strega da attaccare saltando un punto di base.


(Foto 12 e 13)


Foto 13


Continuiamo la lavorazione ripetendo sempre questo giro fino alla grandezza desiderata.








Foto 14


Ricordatevi di salire sempre alla fine di ogni giro per tornare nella posizione corretta per il nuovo giro.

(Foto 14 e 15)



Foto 15




E’ un po complicato da spiegare ma davvero semplice una volta capito bene cosa stiamo facendo. 






Nel mio video (a questo link) trovi la spiegazione dettagliata di questa lavorazione.




Seguimi su:

Potrebbero interessarti anche...

3 risposte

  1. 24 Marzo 2019

    […] formati da 4 maglie allungate. Qua vi spiego come realizzare il punto nella lavorazione lineare, a questo link trovi anche la lavorazione triangolare con gli aumenti  e a questo link trovi la spiegazione del […]

  2. 30 Marzo 2019

    […] Clicca qua per la spiegazione della lavorazione Triangolare e degli aumenti. […]

  3. 30 Marzo 2019

    […] a questo link trovi anche la lavorazione triangolare con gli aumenti […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.